Imprenditore

  • Manifestazione di interesse servizio di asilo nido comunale per il periodo 15.01.2019 – 15.07.2020

    Manifestazione di interesse servizio di asilo nido comunale per il periodo 15.01.2019 – 15.07.2020

     

    {phocadownload view=filelist|id=96}

     

     

  • Misure per il contenimento e per la gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19. Organizzazione uffici comunali

    Misure per il contenimento Corona Virus

    Il Sindaco, visti gli interventi legislativi che regolano le misure per il contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, anche in aderenza alla delibera di G.C. n. 26 del 9.3.2020, comunica

    1. sono sospese le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura, svolti nei locali dall’Ente in quanto comportanti affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro;
    2. Sono sospesi fino al 15.03.2020 i servizi di front office e di ricevimento se non nei casi urgenti e non differibili, previo appuntamento;
    3. dovranno essere, in ogni caso, evitate situazioni di affollamento e contatto tra le persone:
    1. il personale addetto, prima di consentire l’accesso, dovrà verificare la disponibilità di ricevimento dell’ufficio che avverrà previo appuntamento e contatto telefonico;
    2. nell’organizzazione del lavoro degli uffici i responsabili dovranno garantire in ogni caso il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro;
    3. per quanto specificamente concerne le riunioni con presenza fisica di più partecipanti si adotteranno i seguenti accorgimenti organizzativi:
    • limitare lo svolgimento esclusivamente a quelle necessarie ad assicurare la regolare funzionalità dell’ente e comunque non differibili;
    • contenere il più possibile il numero dei soggetti partecipanti alla riunione, ad eccezione delle attività che devono essere svolte collegialmente o che richiedono dei quorum di validità;
    • assicurarne lo svolgimento in ambienti il più possibile ampi ed idonei a mantenere un’adeguata distanza tra gli interlocutori;
    • laddove possibile, limitarne l’accesso al pubblico che potrà partecipare tramite modalità telematiche.

      IV. il responsabile della sicurezza sui luoghi di lavoro dovrà adottare tutti i possibili accorgimenti atti a potenziare il servizio di pulizia e igienizzazione degli ambienti di lavoro. 

     

    Roccasecca, lì 09.03.2020

    Il Sindaco Avv. Giuseppe Sacco

     

    {phocadownload view=file|id=441|text=Comunicato in formato PDF|target=s}

  • Moduli autocertificazione spostamenti

    Moduli autocertificazione spostamenti

    Moduli per autocertificazione spostamenti durante il periodo di emergenza Corona Virus

     

    {phocadownload view=file|id=442|text=autocertificazione formato Microsoft Word|target=s}

    {phocadownload view=file|id=443|text=autocertificazione formato PDF|target=s}

     

  • Modulo autocertificazione spostamenti - versione aggiornata

    Moduli autocertificazione spostamenti

    Modulo per autocertificazione spostamenti durante il periodo di emergenza Corona Virus

    Versione aggiornata al 26 marzo 2020

     

    {phocadownload view=file|id=443|text=autocertificazione formato PDF|target=s}

     

  • Novità a partire dal 18 maggio

    In sitesi le novità deliberate dal CDM ed introdotte a partire dal lunedì 18 maggio.

    Si potrà uscire da casa liberamente e muoversi all'interno della propria regione senza dover giustificare gli spostamenti.

    Fino al 2 giugno 2020 restano vietati gli spostamenti fuori regione salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza o per motivi di salute.

    Sarà sempre consentito però far rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. E solo in questi casi sarà necessario portare ancora con sé l’autocertificazione.

    Resta il divieto di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico. Lmanifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura

    Si potranno vedere amici, colleghi e conoscenti fermo restando che sarà sempre valida la regola del distanziamento sociale di almeno un metro oltre all'obbligo di indossare la mascherina se gli incontri avvengono in uno spazio chiuso o all'aperto se non è possibile mantenere la distanza di sicurezza. Restano assolutamente vietate riunioni, feste anche in casa o in luoghi pubblici.

    Come da ordinanza Regionale saranno inoltre consentite le seguenti attività economiche, commerciali e artigianali:

    • commercio al dettaglio in sede fissa, compresi centri commerciali e outlet;
    • commercio su aree pubbliche (mercati, posteggi fuori mercato e chioschi);
    • attività artigianali;
    • servizi di somministrazione di alimenti e bevande;
    • attività di servizi della persona (a titolo esemplificativo barbieri, parrucchieri centri estetici, centri tatuatori e piercing), con l’esclusione delle attività di gestione di bagni turchi, saune e bagni di vapore;
    • agenzie di viaggio.

    Saranno inoltre consentiti:
    • lo svolgimento di attività sportive individuali, anche presso strutture e centri sportivi, nel rispetto delle misure di sanificazione e distanziamento fisico tra gli atleti, nonché tra atleti, addetti e istruttori, con esclusione di utilizzo degli spogliatoi, piscine, palestre, luoghi di socializzazione;
    • l’attività nautica di diporto;
    • il pilotaggio di aerei ultraleggeri;
    • l’attività di pesca nelle acque interne e in mare;
    • l’attività di allenamento e di addestramento di animali in zone ed aree specificamente attrezzate, in forma individuale da parte dei proprietari o degli allevatori e addestratori;
    • l’apicultura;
    • la caccia selettiva delle specie di fauna selvatica allo scopo di prevenire ed eliminare gravi problemi per l’incolumità pubblica

    Domani verrà diramata una nuova ordinanza comunale, con l’indicazione degli orari di apertura e chiusura delle attività.

    È comunque importante continuare a rispettare tutte le prescrizioni in tema di sicurezza.

  • Nuovo calendario raccolta differenziata

    A partire dal giorno 21 settembre 2020 sarà in vigore il nuovo calendario per la raccolta differenziata, sia per le utenze domestiche che per quelle non domestiche

     

    calend differenziata nuovo 01

    calend differenziata nuovo 02

     

    {phocadownload view=file|id=751|target=s}

    {phocadownload view=file|id=749|text=Nuovo calendario in formato PDF|target=s}

    Link alla Pagina dedicata al servizio di raccolta differenziata porta a porta nel Comune di Roccasecca

     

  • Nuovo numero verde per segnalazione guasti pubblica illuminazione

    Nuovo numero verde per segnalazione guasti pubblica illuminazione

    Si informano i cittadini che per le segnalazioni di guasto alla pubblica illuminazione
    è attivo il numero verde 800 901 500

    Tempi massimi di intervento per eventi segnalati:

    • Punto luce singolo spento 36 ore *
    • Almeno tre punti luce spenti 18 ore *
    • Strada al buio 2,5 ore
    • Intera cabina spenta 2,5 ore
    • Pronto intervento 2,5 ore

     

    * i tempi di intervento sono riferiti alle ore feriali (esclusi giorni festivi)

  • Ordinanza 120 2021 contingibile e urgente a tutela dell’igiene e sanità pubblica a seguito dell’emergenza sanitaria da covid 19 - istituzioni aree massimo rispetto

    Ordinanza 120 2021

    Ordinanza n. 120 del 28/12/2021

     

    ordinanza contingibile e urgente a tutela dell’igiene e sanità pubblica a seguito dell’emergenza sanitaria da covid 19 - istituzioni aree massimo rispetto

     

    Il Sindaco
    Visto il D.L. 221 del 24/12/2021 con cui è stato prorogato, fino al 31 marzo 2022, lo stato di emergenza in conseguenza del rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;
    Considerato:
    •che allo stato attuale si registra un aumento a livello nazionale, regionale e locale, didiffusione del Coronavirus COVID-19;

    •che le disposizioni in materia di contenimento del rischio di diffusione del Coronavirus(COVID 19) ed in particolare il citato Decreto Legge ha prorogato lo stato di emergenzanazionale al 31 marzo 2022, estendendo a tale data la possibilità di adottare provvedimentidi contenimento dell’emergenza sanitaria all’interno della cornice normativa fissata dalDecreto legge n. 19/2020 convertito nella legge 35/2020 con riferimento agli ambiti dellepossibili misure emergenziali;

    Considerato che il Ministero Della Salute in collaborazione con L’Istituto Superiore di Sanità ai sensi del D.M. 30 aprile 2020 attraverso il report settimanale n.83 aggiornato al 16.12.2021 sul monitoraggio fase 2, riporta tra gli indicatori decisionali una incidenza nella Ragione Lazio in costante crescita nelle ultime settimane;
    Vista l’Ordinanza del Presidente della Regione Lazio n. Z00025 del 20.12.2021, con la quale, aifini del rafforzamento del rispetto delle misure comportamentali a livello individuale,

     

    dispone l’obbligo di utilizzo delle mascherine nei luoghi all’aperto, nel periodo 23/12/2021 -23/01/2022;

    dispone la dichiarazione dell’organizzazione mondiale della sanità del 11 marzo 2020 con la quale l’epidemia da Covid 19 è stata valutata come “pandemica” in considerazione dei livelli di diffusione e di gravità raggiunti a livello globale;

     

    Visti
    - i provvedimenti approvati dal governo in seguito all’emergenza sanitaria internazionale in atto da Covid 19;

    - i provvedimenti per quanto concerne le attività di informazione, monitoraggio e contenimento per il superamento dell’emergenza epidemiologica emanate dal Capo Del Dipartimento Della Protezione Civile;

     Considerato, pertanto, che sul territorio cittadino sono individuabili aree che di fatto favoriscono la presenza di un numero elevato di persone da rendere difficile il distanziamento sociale;
    Visti gli artt. 50 e 54 del D. Lgs. N. 267/2000 e s.m.i.;
    Ritenuto
    - per quanto sopra illustrato e allo scopo di prevenire ogni ulteriore evoluzione negativa del quadro pandemico nel territorio del Comune di Roccasecca, di dover adottare ulteriori misure di prevenzione mediante provvedimenti urgenti nel periodo dal 28.12.2021 al 10.01.2022;

    - per le ragioni su esposte, le condizioni di contingibilità e di urgenza strettamente correlate alla permanenza dell’attualità delle esigenze di contenimento del contagio epidemiologico a tutela della salute pubblica;

    - di stabilire, per la violazione dei divieti imposti dalla presente ordinanza, una sanzione proporzionata alla rilevanza dei primari interessi – salute e sicurezza pubblica- che si intendono tutelatre, e pertanto di fissare la sanzione nel minimo edittale di 400.00 euro e nel massimo a 1000.00 euro.

     

    ORDINA fermo l’obbligo di uso di mascherine anche all’aperto, a partire dal giorno 28/12/2021 e fino al giorno 10/01/2022 ogni forma di aggregazione, stabile e continuativa tale da non garantire il rispetto di distanziamento interpersonale di 1 metro o tale da non garantire il pieno rispetto delle misure di prevenzione sanitaria e che possono, pertanto, costituire un potenziale rischio per la salute pubblica, nelle seguenti aree cittadine: Via Roma, Via Montello, Via Piave, Via Ortella, Piazza Risorgimento, Piazza XXIII ottobre e Via Casilina (nel tratto del centro urbano) che, per concentrazione di attività, sono più soggette al rischio di assembramenti; con facoltà da parte delle Autorità di Pubblica Sicurezza di interdizione temporanea delle stesse, per il tempo strettamente necessario a ripristinare le condizioni di sicurezza, fatta salva la possibilità di accesso e deflusso alle abitazioni private.
    La violazione dei divieti imposti dalla presente ordinanza è punita con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 400.00 euro a 1000.00 euro, con pagamento in misura ridotta ai sensi dell’art.16 della legge 689/1981; resta fermo per la violazione degli obblighi imposti dalla presente ordinanza, quanto previsto, in tema di accertamento e sanzioni delle violazioni delle misure di prevenzione sanitaria, dall’art.4 del DL 25/03/2020 n.19 conv. In L. 22/05/2020 n.35 richiamato dall’art.2 del DL. 16.05.2020 n.33 convertito con modificazioni in legge il 14 luglio 2020 n.74

    DISPONE La pubblicazione del presente provvedimento all’albo on line del Comune di Roccasecca;
    L’invio del presente provvedimento alla Prefettura di Frosinone, alla Stazione Carabinieri di Roccasecca e alla Polizia Locale di Roccasecca.
    Sono tenuti a vigliare sull’osservanza e il rispetto della presente ordinanza tutte le Forze dell’Ordine e il Comando della Polizia Locale di Roccasecca.
    Si avverte che avverso la presente ordinanza è ammesso, nel termine di 60 giorni, ricorso presso il TAR del Lazio ovvero ricorso straordinario al Capo dello Stato entro il termine di giorni 120 dalla data di pubblicazione dell’atto sull’albo on line del Comune di Roccasecca.

    Il Sindaco Avv. Giuseppe Sacco

     

    Ordinanza 120 / 2021 - istituzioni aree di massimo rispetto

  • Ordinanza 17 / 2020: chiusura Comune in data 16 marzo 2020

    Ordinanza 17 / 2020: chiusura Comune in data 16 marzo 2020

    Prot. nr. 3532/2020                                                               

    Il Sindaco

    • VISTO il D.P.C.M. 11 marzo 2020 con il quale sono state diramate le nuove regole per il contrasto alla pandemia;
    • VISTA l’attivazione dei competenti uffici incaricati dell’esecuzione di interventi necessari di sanificazione e disinfezione di questo Comune nella giornata di sabato 14 Marzo 2020 e pulizia nella mattinata di lunedì 16 Marzo 2020;
    • RICHIAMATO l’art. 50 del D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267 e s.m.i. – Testo Unico delle Leggi sull’Ordinamento degli Enti Locali – che attribuisce al Sindaco la competenza in ordine all’adozione di ordinanze in materia di igiene e sanità;

    Ordina 

    La chiusura di tutti gli uffici comunali nell’intera mattinata di lunedì 16 Marzo 2020 per l’esecuzione di interventi straordinari di sanificazione e disinfezione dell’Ente e, contestualmente, la riapertura nella medesima giornata di lunedì 16 Marzo 2020 dalle ore 15,00 alle ore 18,00.

    • D I S P O N E Di trasmettere la presente Ordinanza alla Prefettura di Frosinone, alla Stazione Carabinieri di Roccasecca, alla Polizia Locale, alla Protezione Civile di Roccasecca ed agli uffici comunali tutti;
    • D I S P O N E Altresì, che la presente ordinanza sia pubblicata sull’Albo Pretorio On-Line del Comune e sul sito istituzionale.

    Dalla Residenza Municipale, lì 12.03.2020

    Il Sindaco f.to Avv. Giuseppe Sacco

     

    {phocadownload view=file|id=475|text=Ordinanza in formato PDF|target=s}

  • Ordinanza 19 2022 pulizia fondi privati

    Ordinanza 19 2022 pulizia fondi privati

    Prot. nr. 1895/2022

    ORDINANZA N. 19  DEL 14 febbraio 2022

    OGGETTO: PULIZIA E REGOLARE MANUTENZIONE DEI TERRENI E DELLE AREE PRIVATE UBICATE NEL TERRITORIO COMUNALE PER LA SALVAGUARDIA DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE, PER LA PREVENZIONE DI INCENDI, PER IL DECORO E LA SALVAGUARDIA DELL'IGIENE E DELLA SALUTE PUBBLICA.

    IL RESPONSABILE DEL SETTORE

    PREMESSO:

    a) che l'art. 29 del Codice della Strada fa obbligo, ai proprietari confinanti, di mantenere le siepi in modo tale da non restringere o danneggiare strade e di tagliare i rami delle piante che si protendono oltre il confine stradale;

    b) che l'utente della strada deve sempre essere nelle condizioni di poter transitare in piena sicurezza;

    c) che ai bordi delle strade comunali e di quelle vicinali ad uso pubblico spesso sono presenti piante e/ o siepi;

    CONSTATATOche frequentemente viene accertato lo stato di abbandono in cui versano alcune aree, sia all'interno che all'esterno del centro abitato, per le quali non vengono eseguite le ricorrenti operazioni di sfalcio dell' erba ed eventuali potature delle essenze arboree;

    RILEVATO che, ai bordi delle strade comunali, risulta crescente il fenomeno di piante e/o siepi che protendono rami, foglie e fronde verso la sede stradale, invadendola e creando conseguentemente ostacolo alla visibilità della strada e alla leggibilità della segnaletica;

    PRESO ATTO che lo stato dei luoghi su tutto il territorio comunale, in modo particolare nelle zone rurali, è pregiudizievole per la sicurezza stradale e l'incolumità pubblica, e costituisce potenziale pericolo alla circolazione veicolare;

    RISCONTRATO che su numerose aree di proprietà privata, vi è la presenza di vegetazione spontanea incolta, erbacce, sterpaglie ecc. nonché interessate da abbandono di rifiuti vari che, oltre ad essere indecorosi, possono divenire potenzialmente e facilmente infiammabili;

    CONSIDERATO che la presenza di vegetazione incolta, con l'avanzare della stagione estiva e la presenza di elevate temperature ambientali, potrebbe divenire fonte di innesco per pericolosi incendi che riguarderebbero aree del territorio comunale così avvenuto negli anni passati, e che potrebbero arrecare gravi danni al patrimonio ambientale, immobiliare di proprietà pubblica o privata, alle infrastrutture e agli impianti vari di pubblico servizio presenti sul territorio comunale;

    EVIDENZIATO inoltre che eventuali incendi potrebbero altresì rappresentare pericolo della pubblica incolumità per le persone e per la fauna selvatica presente sul territorio comunale;

    CONSIDERATO inoltre che lo stato di incuria dei terreni prossimi alle strade e alle aree urbane ed extraurbane costituisce altresì pericolo per l'igiene e la salute pubblica, permettendo il proliferare di ratti, serpenti e insetti nocivi;

    RITENUTO necessario adottare provvedimenti urgenti alla tutela della circolazione stradale, della pubblica incolumità, della salvaguardia del patrimonio ambientale, degli immobili, delle infrastrutture e degli impianti vari di pubblico servizio presenti sul territorio comunale;

    RITENUTO opportuno dover emanare la presente ordinanza al fine di prevenire potenziali situazioni di pericolo provenienti dalla presenza di vegetazione incolta e spontanea e dalla mancanza di manutenzione ordinaria della stessa che possano interessare persone, edifici ed infrastrutture varie;

    VALUTATO ogni opportuno elemento e per le ragioni giuridiche e di interesse pubblico sopra indicate;

    ACCERTATO che i proprietari dei terreni e delle aree ove vi è presenza di piantagioni, siepi e/o vegetazione varia sono responsabili delle violazioni alle norme precedentemente menzionate;

    RAVVISATA la necessità di tutelare la circolazione stradale, le strade, gli spazi pubblici e di pubblica utilità dai danni causati dalle siepi e piantagioni varie che sorgono a distanza inferiore a quella prescritta, di prevenire l'innescarsi di possibili incendi, di salvaguardare il decoro, l'igiene e la salute pubblica;

    RICHIAMATAl’Ordinanza n. 3 del 10/02/2022 della Provincia di Frosinone – Settore Viabilità-;

    RITENUTI sussistere motivi pregiudizievoli di carattere igienico-sanitario e di degrado ambientale;

    VISTE inoltre le norme e le prescrizioni nazionali e regionali in materia di prevenzione incendi;

    VISTO gli artt. 29,30 e 31 del vigente Codice della Strada, emanato con Decreto Legislativo 30 aprile 1992, n. 285 e successive modifiche ed integrazioni;

    VISTO il Regolamento di esecuzione e di attuazione del Nuovo Codice della Strada, emanato con D.P.R. 16 dicembre 92, n. 495 e successive modifiche ed integrazioni;

    VISTA la Legge 21 novembre 2000, n. 353 "Legge quadro in materia di incendi boschivi;

    VISTI gli artt. 423 e seguenti del vigente Codice Penale in materia di responsabilità per danni arrecati da incendi dolosi e colposi;

    VISTI gli articoli n. 892 (distanze per gli alberi) e 894 (alberi a distanza non legale) del Codice Civile;

    VISTO il D. Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 art.7 bis e successive modifiche ed integrazioni;

    VISTOil Codice dell' Ambiente D.Lgs. n.152 del 03.04.2006 e s.m.i. ;

    VISTO il D. Lgs. N.4 del 16.01.2008 che corregge ed integra il D. Lgs. N. 152/2006 Codice dell' Ambiente D.Lgs. n.152 del 03.04.2006 e s.m.i.

    ORDINA

    a tutti i proprietari, affittuari, conduttori o detentori a qualsiasi titolo di fondi rustici, aree di pertinenza dei fabbricati e di ogni altra destinazione od uso, che fronteggiano le strade e gli spazi pubblici di qualsiasi tipo ed importanza, situati sul territorio comunale (centro abitato, aree urbane e periurbane, aree extraurbane, zone rurali):

    • di provvedere a potare e/ o tagliare le siepi e i rami di alberi e/ o altre essenze arboree prospicienti oltre il confine stradale o che nascondono la segnaletica, in modo che non rechino ostacolo alla sicurezza della circolazione stradale e che non compromettano la visibilità;
    • di provvedere alla pulizia e alla regolare manutenzione delle aree medesime, mediante la rimozione di vegetazione incolta, erbacce, sterpaglie ecc.;
    • di provvedere al mantenimento dello stato di pulizia e di decoro delle aree medesime mediante la rimozione di eventuali rifiuti presenti nelle aree medesime nel rispetto della vigente normativa in materia;
    • di conservare in buono stato gli sbocchi degli scoli o delle scoline che affluiscono nei fossi o nelle cunette antistanti alle strade eseguendo le operazioni di potatura e pulizia in ogni epoca in cui esse siano necessarie al fine di prevenire ed evitare situazioni di pericolo e/o allagamenti;
    • di divieto di deposito sui terreni confinanti di materiali di qualsiasi natura che possano immettere sostanze nocive tali da diffondersi in superficie o infiltrarsi nel sottosuolo provocando inquinamento momentaneo o duraturo in prossimità della strada pubblica;
    • di provvedere all’estirpazione di cespugli e sterpaglie, nonché al taglio di siepi vive in modo da non restringere o danneggiare le strade stesse e di tagliare vegetazione e rami delle piante che si protendono sulle fasce di rispetto e sul ciglio stradale, nonché alla rimozione di rifiuti e quant’

    AVVERTE

    • che le suddette operazioni dovranno essere effettuate tassativamente, ogni anno, a far data dalla pubblicazione della presente ordinanza;
    • che i trasgressori della presente Ordinanza, sempre che il fatto non costituisca reato contemplato dal Codice Penale o da leggi e regolamenti dello Stato, saranno puniti a norma dell'art. 7 bis del D.Lgs. n. 267/2000 con l'applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da € 25,00 ad € 500,00; che, sempre che il fatto non costituisca reato, la mancata ottemperanza all'ordine ingiunto entro i suddetti termini, comporterà l'esecuzione d'ufficio dello stesso con l'addebito di tutte le spese sostenute dal Comune a carico del contravventore, nonché l'applicazione delle sanzioni previste dall'art. 650 c.p. da parte delle Autorità competenti, ove ne ricorrano i presupposti; che l'applicazione delle predette sanzioni amministrative e l'addebito di tutte spese sostenute dall'Ente per la mancata ottemperanza al presente provvedimento, avverranno senza nessun preavviso da parte del Comune nei confronti dell'inadempiente; che gli Agenti del Servizio di Polizia Locale e gli Agenti delle altre Forze Pubbliche operanti a qualunque titolo sul territorio comunale sono incaricati della esecuzione della presente ordinanza.

    DISPONE

    che alla presente ordinanza sia data massima diffusione a mezzo di affissione pubblica, compreso l'albo pretorio comunale, nonché la pubblicazione sul sito istituzionale, non potendosi procedere alla notifica ad personam; la presente ordinanza sia trasmessa per gli adempimenti e opportuna conoscenza, alla Polizia Locale e alla Stazione Carabinieri di Roccasecca.

    Contro il presente provvedimento è ammesso ricorso giurisdizionale al T.A.R del Lazio Sez. di Latina, entro 60 giorni dalla pubblicazione all' Albo Pretori o  in alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni dalla pubblicazione all'Albo Pretorio.

                                                              

                                                                    

    Il Responsabile del settore 1° e 6° Arch, Davide Simone

     

    ORDINANZA 19 2022 PULIZIA FONDI PRIVATI

    ORDINANZA 19 2022 PULIZIA FONDI PRIVATI

  • Ordinanza 37 / 2020 isola pedonale temporanea in Via Roma

    ORDINANZA  N. 37 del 18 giugno 2020
    oggetto: disposizioni in materia di circolazione stradale - istituzione temporanea isola pedonale

    IL COMANDANTE della P.M. 

    • Vista la Deliberazione di Giunta Comunale n. 58 del 18/06/2020 con la quale si è stabilito di istituire, in via temporanea fino al 13 settembre 2020  l’“Isola pedonale”, con cadenza settimanale dal venerdì alla domenica, dalle ore 20,00 alle ore 24,00,  nel tratto di via Roma  dal monumento ai Caduti fino all’intersezione di via Rampa con Via V. Veneto;Vista pertanto la necessità di adottare provvedimenti in materia di traffico e viabilità al fine di garantire la sicurezza della circolazione stradale salvaguardando nel contempo l’incolumità pubblica;Considerato che il D.L.gs. 30/04/1992, n. 285, in particolare l’art. 7, comma 9, stabilisce che “i Comuni, con Deliberazione della Giunta, provvedono a delimitare le aree pedonali …..”;
    • Visti gli artt. 7, 14 e 37 e 38 III° comma del Codice della Strada, approvato con D.L.gs. 30/04/1992, n. 285 e successive modificazioni ed integrazioni;
    • Visto il Regolamento di Attuazione ed Esecuzione del C.d.S. sopracitato, approvato con D.P.R. 16/12/1992, n. 495;
    • Visto il conferimento dell’incarico responsabile della Polizia Locale ad interim al Dott. Giovanni Rizza, con Decreto del Sindaco n. 4 del 29/06/2017, fino a nuovo e diverso atto;

    ORDINA

    L’istituzione temporanea dell’“Isola pedonale” in via Roma e precisamente dal monumento ai Caduti fino all’intersezione di via Rampa con via V. Veneto dalle ore 20,00 alle ore 24,00 nei giorni di venerdì, sabato e domenica di ogni settimana fino al 13 settembre 2020.

    Detto divieto/prescrizione dovrà essere reso noto alla cittadinanza secondo le modalità e le prescrizioni previste dall’art. 21 del D.L.gs. 30/04/1992, n. 285 e dagli art. da 30 a 43 del D.P.R. 16/12/1992, n. 495 per mezzo dell’apposita segnaletica verticale, che dovrà essere esposta e mantenuta efficiente a cura del Settore LL.PP. del Comune.

    E’ fatto obbligo a chiunque di osservare il presente provvedimento. La notifica della presente ordinanza al Comando della Polizia Locale, alla Stazione dei Carabinieri di Roccasecca.Gli agenti ed i funzionari, cui spetta l'espletamento dei servizi di polizia stradale ai sensi dell'art. 12 del D. L.gs. 30/04/1992, n. 285, sono incaricati dell'esecuzione della presente ordinanza, applicando, ai contravventori, le penalità previste dal vigente Codice della Strada.

    AVVERTE

    che nei confronti di eventuali trasgressori si procederà a termini delle vigenti norme in materia.Contro il presente provvedimento è ammesso, entro 60 giorni dalla pubblicazione all’albo pretorio del Comune di Roccasecca, ricorso al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con le formalità stabilite dall’art.74 del D.P.R n.495 del 16/12/1992 oppure ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio – Sezione Distaccata di Latina a sensi della legge 6 dicembre 1971 n. 1034 o Ricorso Straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni.

    Dall’Ufficio polizia Locale
    Il Comandante della Polizia Locale
    Dott. Giovanni RIZZA

     

    {phocadownload view=file|id=536|text=Ordinanza in formato PDF|target=s}

  • Ordinanza 4 / 2022 a tutela dell'igiene e sanità pubbliche

    Ordinanza 4 / 2022 a tutela dell'igiene e sanità pubbliche

    Prot. nr. 302/2022

    Ordinanza contingibile e urgente a tutela dell’igiene e sanità pubblica a seguito dell’emergenza sanitaria da covid 19- istituzioni aree massimo rispetto – sospensione attività ludico-sportiva all’interno delle palestre comunali–conferma sospensione attività didattica in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado.

    il Sindaco, Visto il D.L. 221 del 24/12/2021 con cui è stato prorogato, fino al 31 marzo 2022, lo stato di emergenza in conseguenza del rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;
    Vista l’Ordinanza Sindacale n. 120 del 28/12/2021
    Considerato:
    • che allo stato attuale si registra un aumento a livello nazionale, regionale e locale, di diffusione del Coronavirus COVID-19;
    • che le disposizioni in materia di contenimento del rischio di diffusione del Coronavirus (COVID 19) ed in particolare il citato Decreto Legge ha prorogato lo stato di emergenza nazionale al 31 marzo 2022, estendendo a tale data la possibilità di adottare provvedimenti di contenimento dell’emergenza sanitaria all’interno della cornice normativa fissata dal Decreto legge n. 19/2020 convertito nella legge 35/2020 con riferimento agli ambiti delle possibili misure emergenziali;
    Considerato che il Ministero Della Salute in collaborazione con L’Istituto Superiore di Sanità ai sensi del D.M. 30 aprile 2020 attraverso i report settimanali riporta tra gli indicatori decisionali una incidenza nella Ragione Lazio in costante crescita nelle ultime settimane;
    Vista:
     l’Ordinanza del Presidente della Regione Lazio n. Z00025 del 20.12.2021, con la quale, ai fini del rafforzamento del rispetto delle misure comportamentali a livello individuale, dispone l’obbligo di utilizzo delle mascherine nei luoghi all’aperto, nel periodo 23/12/2021 -23/01/2022;
     la dichiarazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità dell’11 marzo 2020 con la quale l’epidemia da Covid 19 è stata valutata come “pandemica” in considerazione dei livelli di diffusione e di gravità raggiunti a livello globale;
    Visti
    o i provvedimenti approvati dal Governo in seguito all’emergenza sanitaria internazionale in atto da Covid 19;
    o i provvedimenti per quanto concerne le attività di informazione, monitoraggio e contenimento per il superamento dell’emergenza epidemiologica emanate dal Capo Del Dipartimento della Protezione Civile;
    Considerato, pertanto, che sul territorio cittadino sono individuabili aree che di fatto favoriscono la presenza di un numero elevato di persone da rendere difficile il distanziamento sociale;
    Visti gli artt. 50 e 54 del D. Lgs. N. 267/2000 e s.m.i.;
    Ritenuto
     per quanto sopra illustrato e allo scopo di prevenire ogni ulteriore evoluzione negativa del quadro pandemico nel territorio del Comune di Roccasecca, di dover adottare ulteriori misure di prevenzione mediante provvedimenti urgenti nel periodo anche successivo al 10.01.2022;
     per le ragioni su esposte, le condizioni di contingibilità e di urgenza strettamente correlate alla permanenza dell’attualità delle esigenze di contenimento del contagio epidemiologico a tutela della salute pubblica;
     di stabilire, per la violazione dei divieti imposti dalla presente ordinanza, una sanzione proporzionata alla rilevanza dei primari interessi – salute e sicurezza pubblica- che si intendono tutelare, e pertanto di fissare la sanzione nel minimo edittale di 400.00 euro e nel massimo a 1000.00 euro.
    Vista
    L’ordinanza sindacale n. 3 del 8.1.2022 con la quale è stata sospesa l’attività didattica in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado e chiusura, a scopo precauzione, del solo asilo nido comunale per il periodo 10.1.2022 – 14.01.2022 compreso
    ORDINA
    • fermo l’obbligo di uso di mascherine anche all’aperto, a partire dal 10.1.2022 e fino al 24.01.2022 il divieto di ogni forma di aggregazione, stabile e continuativa tale da non garantire il rispetto di distanziamento interpersonale di 1 metro o tale da non garantire il pieno rispetto delle misure di prevenzione sanitaria e che possono, pertanto, costituire un potenziale rischio per la salute pubblica, nelle seguenti aree cittadine: Via Roma, Via Montello, Via Piave, Via Ortella, Piazza Risorgimento, Piazza XXIII ottobre e Via Casilina (nel tratto del centro urbano) che, per concentrazione di attività, sono più soggette al rischio di assembramenti; con facoltà da parte delle Autorità di Pubblica Sicurezza di interdizione temporanea delle stesse, per il tempo strettamente necessario a ripristinare le condizioni di sicurezza, fatta salva la possibilità di accesso e deflusso alle abitazioni private.
    • La sospensione di ogni attività ludico-sportiva amatoriale all’interno delle palestre comunali a partire dal 10.01.2022 e fino al 14.01.2022 compreso;
    • Conferma, ed ordina, a scopo precauzionale, la sospensione dell’attività didattica in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado e chiusura del solo asilo nido comunale, per il periodo 10.01.2022 fino al 14.01.2022 compreso.
    La violazione dei divieti imposti dalla presente ordinanza è punita con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 400.00 euro a 1000.00 euro, con pagamento in misura ridotta ai sensi dell’art.16 della legge 689/1981; resta fermo per la violazione degli obblighi imposti dalla presente ordinanza, quanto previsto, in tema di accertamento e sanzioni delle violazioni delle misure di prevenzione sanitaria, dall’art.4 del DL 25/03/2020 n.19 conv. In L. 22/05/2020 n.35 richiamato dall’art.2 del DL. 16.05.2020 n.33 convertito con modificazioni in legge il 14 luglio 2020 n.74
    DISPONE
    La pubblicazione del presente provvedimento all’albo on line del Comune di Roccasecca;
    L’invio del presente provvedimento alla Prefettura di Frosinone, alla Stazione Carabinieri di Roccasecca, alla Polizia Locale di Roccasecca, all’Istituto Omnicomprensivo di Roccasecca.
    Sono tenuti a vigliare sull’osservanza e il rispetto della presente ordinanza tutte le Forze dell’Ordine e il Comando della Polizia Locale di Roccasecca.
    Si avverte che avverso la presente ordinanza è ammesso, nel termine di 60 giorni, ricorso presso il TAR del Lazio ovvero ricorso straordinario al Capo dello Stato entro il termine di giorni 120 dalla data di pubblicazione dell’atto sull’albo on line del Comune di Roccasecca.

    Il Sindaco Avv. Giuseppe Sacco 

     

    Ordinanza 04 2022

  • Ordinanza istituzione aree di massimo rispetto

    Ordinanza istituzione aree di massimo rispetto

     

    Ordinanza  n.96  del  18.11.2020

    Ordinanza contingibile e urgente a tutela dell’igiene e sanità pubblica a seguito dell’emergenza sanitaria da covid 19 - istituzioni aree massimo rispetto

     

    Il Sindaco 

    visto il D.P.C.M. del 7 ottobre 2020 che ha prorogato, fino al 31 gennaio 2021, lo stato di emergenza in conseguenza del rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;

    visto il D.P.C.M. del 24 ottobre 2020, recante ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n.19, convertito, con modificazioni, dalla legge 25 maggio 2020, n. 35, recante «Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19», e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020,  n. 74,  recante «Ulteriori misure  urgenti  per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, efficace dal 26 ottobre al 24 novembre 2020;

    visto, altresì, il D.P.C.M. del 03/11/2020 in particolare l’art. 1 comma 4 laddove lo stesso dispone che “Dette strade o piazze nei centri urbani, dove si possono creare situazioni di assembramento, può essere disposta per tutta la giornata o in determinate fasce orarie la chiusura al pubblico, fatta salva la possibilità di accesso e deflusso, agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private;

    preso atto che in determinate vie e in numerose occasioni si sono verificati assembramenti permanenti con stazionamenti su aree antistanti attività commerciali;

    letta la circolare del Ministero dell’Interno n. 15350/117/2/1 Uff.111-Prot.Civ. del 20.10.2020 nella quale vengono introdotte delle note esplicative in merito al conferimento ai sindaci del potere di chiusura delle strade o piazze nei centri urbani dove si possono creare situazioni di assembramento e nella quale si evidenzia come ogni misura precipuamente improntata a finalità di tutela e salvaguardia della salute pubblica vada fondata su una ricognizione degli spazi urbani nei quali, per comportamenti consuetudinari, possa ritenersi più elevato il rischio di assembramenti e, quindi, di propagazione del contagio;

    considerato, pertanto, che sul territorio cittadino sono individuabili aree che di fatto favoriscono la presenza di un numero elevato di persone da rendere difficile il distanziamento sociale;

    visti gli artt. 50 e 54 del D. Lgs. N. 267/2000 e s.m.i.;

    ritenuto che sussistano, per le ragioni su esposte, le condizioni di contingibilità e di urgenza strettamente correlate alla permanenza dell’attualità delle esigenze di contenimento del contagio epidemiologico a tutela della salute pubblica;

    dispone a partire dal giorno 19/11/2020 e fino al giorno 03/12/2020 la limitazione di accesso e il divieto di stazionamento per le persone, dalle ore 18.00 fino alle ore 5.00 del giorno successivo, in ogni area esterna, pubblica o aperta al pubblico, fatta  salva  la  possibilità  di  accesso  e  deflusso agli  esercizi  commerciali  legittimamente  aperti  e  alle  abitazioni  private e, in particolare, nelle seguenti zone: Via Roma, Via Montello, Via Piave, Via Ortella, Piazza Risorgimento, Piazza XXIII ottobre e Via Casilina (nel tratto del centro urbano) che, per concentrazione di attività, sono più soggette al rischio di assembramenti.

    È comunque fatta salva la possibilità di accesso e deflusso alle abitazioni private, agli esercizi commerciali legittimamente aperti, agli spostamenti determinati da esigenze lavorative, attività sportiva o motoria individuale, situazioni di necessità ovvero motivi di salute.

    Avverte che Ai sensi dell’art. 2, comma 1, D. L. 16 maggio 2020, n. 33, come convertito in legge 14 luglio 2020, n. 74, salvo che il fatto costituisca reato, le violazioni del Decreto Legge medesimo, ovvero dei decreti e delle ordinan7e adottate in attuazione dello stesso, sono punite con la sanzione amministrativa pecuniaria di cui all’articolo 4, comma 1, del D. L. 25 marzo, n. 19 convertito in legge n. 35/2020, da euro 400,00 ad euro 1.000,00.

    Dispone La pubblicazione del presente provvedimento all’albo on line del Comune di Roccasecca;

    L’invio del presente provvedimento alla Prefettura di Frosinone, alla Stazione Carabinieri di Roccasecca e alla Polizia Locale di Roccasecca.

    Sono tenuti a vigliare sull’osservanza e il rispetto della presente ordinanza tutte le Forze dell’Ordine e il Comando della Polizia Locale di Roccasecca.

     

    Il Sindaco Avv. Giuseppe Sacco

    {phocadownload view=file|id=879|text=Ordinanza in formato PDF|target=s}

     

     

     

     

     

  • Ordinanza lavori di sostituzione condotta idrica

    Ordinanza lavori di sostituzione condotta idrica

    {phocadownload view=file|id=177|target=s}

     

     

  • Ordinanza Regione Lazio del 28 febbraio 2021 - Zona Arancione

    Ordinanza Regione Lazio del 28 febbraio 2021 - Zona Arancione

     

    {phocadownload view=file|id=896|text=Ordinanza in formato PDF|target=s}

     

     

     

     

  • Ordinanza taglio di piante in prossimità di strade ed aree pubbliche

    Ordinanza taglio di piante in prossimità di strade ed aree pubbliche

    {phocadownload view=file|id=121|target=s}

     

     

  • Ordinanza Zona Rossa per la provincia di Frosinone e DPCM 2 marzo 2021

    Ordinanza Zona Rossa per la provincia di Frosinone e DPCM 2 marzo 2021

    Ordinanza a firma del governatore del Lazio Zingaretti ai sensi dell'articolo 32, comma 3 della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica. Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 per i Comuni della Provincia di Frosinone. Istituzione della Zona Rossa in Provincia.

    {phocadownload view=file|id=899|text=documento in formato PDF|target=s}

     

    DPCM del 2 marzo 2021

    {phocadownload view=file|id=898|text=documento in formato PDF|target=s}

     

     

     

  • Ordinanza: Modifica orari apertura bar

    Ordinanza: Modifica orari apertura bar

    ordinanza sindacale n. 25  del 07 Maggio 2020

    oggetto: Modifica all'ordinanza n. 24  del 05/05/2020 maggio 2020 relativa agli orari di apertura degli esercizi commerciali alimentari e non alimentari.

     

    IL SINDACO, RICHIAMATA la propria Ordinanza n. 24 del 05 maggio relativa ai  Nuovi orari apertura e chiusura attività commerciali e pubblici esercizi dal 5 maggio 2020;

    VISTO ilD.P.C.M. 26 aprile 2020: "Disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale; Che in detto ultimo D.P.C.M, tra i provvedimenti adottati, l'art.1, lettera a) consente, a partire dal 05/05/2020, la ristorazione sia in consegna a domicilio e sia con asporto da parte degli esercizi di ristorazione ( fra cui bar – pub – ristoranti- gelaterie – pasticcerie) con l'obbligo di rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di un metro, il divieto di consumare i prodotti all'interno dei locali e il divieto di sostare nelle immediate vicinanze degli stessi;

    Vista l'ordinanza del Presidente della Regione Lazio n.Z00037 del 30-04-2020 con la quale viene demandata ai Comuni, l'adozione di provvedimenti per la programmazione degli orari di apertura e chiusura delle attività commerciali e dei pubblici esercizi;

    CONSIDERATO che, per le finalità di cui sopra si rende necessario, rimodulare gli orari di apertura dei pubblici esercizi ed al contempo  limitare al massimo il rischio di contagio dovuto agli spostamenti delle persone fisiche, al fine di salvaguardare la salute dell'intera cittadinanza;

    VISTE le istanze degli esercenti delle attività di ristorazione e bar volte ad ottenere una maggiore flessibilità sull’orario di apertura, pur garantendo tutte le misure per garantire il divieto di assembramento e il distanziamento interpersonale di almeno un metro;

    VISTI  gli artt. 50 e 54 del D. Lgs. n. 267/2000;

               

    RITENUTA la propria competenza

    ORDINA a partire dal giorno 08 maggio 2020 l'orario di apertura dalle ore 05.00 e la chiusura alle ore 21.00, con facoltà di effettuare orario continuato, degli esercizi pubblici (Ristoranti - bar – pizzerie- pub – gelaterie – pasticcerie). Per la sola  consegna a domicilio per le attività di ristorazione di cui sopra, questa potrà essere svolta senza limiti di orario nel rispetto delle prescrizioni di carattere igienico sanitarie;

    • L'obbligo di rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di un metro, il divieto di consumare i prodotti all'interno dei locali e il divieto di sostare nelle immediate vicinanze degli stessi.

     

    DISPONE L'ordinanza sia resa pubblica mediante l'albo pretorio comunale ed il sito internet istituzionale del Comune di Roccasecca, con valore di notifica ai suddetti operatori;

    • che sia trasmessa alla Prefettura di Frosinone, alla Stazione Carabinieri di Roccasecca;
    • gli ufficiali e gli agenti della Forza Pubblica sono incaricati dell'esatta osservanza della presente Ordinanza. Avverso la presente ordinanza è ammesso, entro 60 giorni, ricorso al tribunale Amministrativo Regionale del Lazio ovvero, in via alternativa, ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni ai sensi dell'art. 9 del DPR 1199/71.

    Il Sindaco Avv. Giuseppe Sacco

     

    {phocadownload view=file|id=516|text=Ordinanza in formato PDF|target=s}

  • Ordinanza: Nuovi orari apertura e chiusura attività commerciali e pubblici esercizi

    Ordinanza 24 / 2020: nuovi orari apertura e chiusura attività commerciali e pubblici esercizi dal 5 maggio 2020

     

    {phocadownload view=file|id=514|text=Ordinanza in formato PDF|target=s}

  • Pagamenti con POS presso il Comune di Roccasecca

    Pagamenti con POS

    Pagamenti con POS presso il Comune di Roccasecca

Città di Roccasecca

Propter acquae penuriae id facere dissuasus, descendit ed in lateree eiusdem Montis Rocca, quae, Sicca nuncupatur, aedificavit.

Leone Ostiense

Comune di Roccasecca

  This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
  +39 0776 56981
  +39 0776 569845
  Via Roma - Roccasecca (Fr)
Codice Fiscale 81001750603
Partita Iva 00629710609

Provincia di Frosinone